Presentato il progetto Smart Gate nel Porto della Spezia. Automazione, semplificazione, più sicurezza

Il progetto SMART GATE nel porto della Spezia è un grande passo avanti verso la digitalizzazione dei processi.

E’ stato presentato il progetto “SMART GATE” del Porto della Spezia, che prevede semplificazioni per la logistica dell’ultimo miglio in area portuale a supporto della sicurezza per gli operatori dell’autotrasporto e del sistema di varco.

Gli autotrasportatori oggi, prima dell’ingresso in porto, devono affrontare un complesso iter burocratico e  tempi di attesa che spesso determinano code, attese ed assembramenti.

Ancora più complessa la situazione a causa dell’emergenza COVID19, che prevede anche il distanziamento sociale.

Come ben indicato nel Comunicato stampa inviato dall’Ufficio Comunicazione dell’AdSP ML orientale:

“Sono stati ripensati quindi i modelli di organizzazione del lavoro con tempi e metodi innovativi. Questi gli obiettivi del progetto (che partirà nei primi mesi del 2021 e consterà di due fasi,una PRE-VARCO, gestita dagli spedizionieri di varco, ed una POST-VARCO, gestita da LSCT): consentire all’autotrasportatore di non scendere mai dal proprio camion in tutte le fasi necessarie all’accesso al varco portuale, garantire e assolvere tutti i servizi di varco intesi come: sicurezza all’accesso, parte doganale e controlli e interchange dei terminal. Il progetto di SMART GATE ideato dalla collaborazione tecnica tra LSCT e l’Associazione degli Spedizionieri  Agenti Marittimi e Doganalisti del Porto della Spezia,  con il contributo amministrativo dell’Autorità di Sistema Portuale e Capitaneria di Porto consiste in un percorso completamente automatizzato che garantirà, attraverso l’impiego di strumenti all’avanguardia, una gestione delle operazioni di gate in linea con le più moderne procedure a supporto degli autotrasportatori in maniera diretta e dell’intera viabilità cittadina attorno al porto.

Nella fase di pre varcosi attua la gestione documentale doganale in modo telematizzato dove sono coinvolti autotrasportatori, spedizionieri di varco e autorità con un processo digitale che assolve gli adempimenti richiesti

Nella fase di post varco,è prevista la gestione dell’interchange import/export e le attività di gate LSCT attraverso l’utilizzo di tecnologie avanzate di ultima generazione OCR, APP e sistemi IT.”

[Comunicato Stampa Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale]

Il progetto è stato presentato nella sede dell’Autorità Portuale del Mar Ligure Orientale dal Commissario Straordinario dell’AdSP, Francesco Di Sarcina;dal segretario generale delle Associazioni del Porto, Salvatore Avena; dall’AD di La Spezia Container Terminal – Gruppo Contship, Alfredo Scalisi; dal Comandante della Capitaneria di Porto, C.V. Giovanni Stella.

Presenti alla Conferenza stampa anche il Presidente di Laghezza SpA Alessandro Laghezza; Andrea Fontana, presidente dell’Associazione Spedizionieri del porto della Spezia; Giorgio Bucchioni presidente dell’Associazione Agenti Marittimi; Bruno Pisano, Presidente ASPEDO;