Category

Senza categoria

Presentato il progetto Smart Gate nel Porto della Spezia. Automazione, semplificazione, più sicurezza

By | Aggiornamenti, Senza categoria | No Comments

Il progetto SMART GATE nel porto della Spezia è un grande passo avanti verso la digitalizzazione dei processi.

E’ stato presentato il progetto “SMART GATE” del Porto della Spezia, che prevede semplificazioni per la logistica dell’ultimo miglio in area portuale a supporto della sicurezza per gli operatori dell’autotrasporto e del sistema di varco.

Gli autotrasportatori oggi, prima dell’ingresso in porto, devono affrontare un complesso iter burocratico e  tempi di attesa che spesso determinano code, attese ed assembramenti.

Ancora più complessa la situazione a causa dell’emergenza COVID19, che prevede anche il distanziamento sociale.

Come ben indicato nel Comunicato stampa inviato dall’Ufficio Comunicazione dell’AdSP ML orientale:

“Sono stati ripensati quindi i modelli di organizzazione del lavoro con tempi e metodi innovativi. Questi gli obiettivi del progetto (che partirà nei primi mesi del 2021 e consterà di due fasi,una PRE-VARCO, gestita dagli spedizionieri di varco, ed una POST-VARCO, gestita da LSCT): consentire all’autotrasportatore di non scendere mai dal proprio camion in tutte le fasi necessarie all’accesso al varco portuale, garantire e assolvere tutti i servizi di varco intesi come: sicurezza all’accesso, parte doganale e controlli e interchange dei terminal. Il progetto di SMART GATE ideato dalla collaborazione tecnica tra LSCT e l’Associazione degli Spedizionieri  Agenti Marittimi e Doganalisti del Porto della Spezia,  con il contributo amministrativo dell’Autorità di Sistema Portuale e Capitaneria di Porto consiste in un percorso completamente automatizzato che garantirà, attraverso l’impiego di strumenti all’avanguardia, una gestione delle operazioni di gate in linea con le più moderne procedure a supporto degli autotrasportatori in maniera diretta e dell’intera viabilità cittadina attorno al porto.

Nella fase di pre varcosi attua la gestione documentale doganale in modo telematizzato dove sono coinvolti autotrasportatori, spedizionieri di varco e autorità con un processo digitale che assolve gli adempimenti richiesti

Nella fase di post varco,è prevista la gestione dell’interchange import/export e le attività di gate LSCT attraverso l’utilizzo di tecnologie avanzate di ultima generazione OCR, APP e sistemi IT.”

[Comunicato Stampa Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale]

Il progetto è stato presentato nella sede dell’Autorità Portuale del Mar Ligure Orientale dal Commissario Straordinario dell’AdSP, Francesco Di Sarcina;dal segretario generale delle Associazioni del Porto, Salvatore Avena; dall’AD di La Spezia Container Terminal – Gruppo Contship, Alfredo Scalisi; dal Comandante della Capitaneria di Porto, C.V. Giovanni Stella.

Presenti alla Conferenza stampa anche il Presidente di Laghezza SpA Alessandro Laghezza; Andrea Fontana, presidente dell’Associazione Spedizionieri del porto della Spezia; Giorgio Bucchioni presidente dell’Associazione Agenti Marittimi; Bruno Pisano, Presidente ASPEDO;

trasporti camion gruppo laghezza slide

AGGIORNAMENTO NORMATIVA SOLAS

By | Senza categoria | No Comments

Buongiorno,

in vista della scadenza del 30 giugno prossimo, che decreterà il termine per l’applicazione transitoria di alcune regole contenute nella SOLAS, riassumiamo di seguito le principali novità:

  • Termina il 30 giugno il periodo transitorio per l’utilizzo di strumenti non regolamentari. A partire dal 1 luglio gli strumenti dovranno essere certificati e la tolleranza massima sarà di ±3% del peso reale.
  • Terminando tale periodo diviene obbligatorio, da parte dello Shipper, la compilazione della Dichiarazione VGM (Shipping document) in tutti i suoi dati ivi compreso, per il “metodo 1”, l’indicazione della matricola della pesa utilizzata. A tal proposito si veda form nell’allegata circolare.
  • Viene ribadito inoltre che l’utilizzo del “metodo 2” da parte degli Shipper può avvenire solo nel rispetto di alcune regole che di seguito riassumiamo:
    • Sia i soggetti AEO che gli altri soggetti dovranno dimostrare di aver inserito nelle proprie procedure aziendali (Disciplinare per AEO o Sistema di qualità) il processo di pesatura applicato, trasmettendo copia delle proprie certificazioni / sistemi di qualità, unitamente ad una visura camerale in corso di validità, all’indirizzo pec cgcp@pec.mit.gov.it  del Comando Generale delle Capitanerie di Porto.
    • Gli Shipper già censiti alla data del 08/03/2017 per il “metodo 2” possono essere individuati al link  http://www.guardiacostiera.gov.it/normativa-e-documentazione/Documents/Circolare%20non%20di%20serie%20n.%2003_2017.pdf ulteriori elenchi verranno inseriti dal Comando Generale delle Capitanerie di Porto e potranno essere ricercati nel sito www.guardiacostiera.gov.it alla sezione normativa e documentazione, sottosezione circolari.

Cogliamo l’occasione per rammentare che il ns Gruppo dispone di sistema di pesatura con “metodo 1” nell’area retroportuale di La Spezia che può essere prenotata tramite il sito http://pesa.al-logistics.com/. Possono essere inserite invece le indicazioni di PreVgm sul nostro sito www.alcustoms.it.

Siamo in grado inoltre di prenotare per Vostro conto l’effettuazione della pesatura nei siti di Tortona 1 / Tortona 2 ancorché nelle pese interne dei terminal portuali genovesi.

I nostri reparti saranno lieti di fornirVi ogni informazione in merito.

Rimanendo a disposizione per qualsiasi necessità, porgiamo cordiali saluti.

Gruppo Laghezza

dogana porto container gruppo laghezza slide

I RISULTATI DEL GRUPPO LAGHEZZA NEL 2016

By | Comunicato stampa, Senza categoria | No Comments

La Spezia – Tre nuove sedi operative che offrono una gamma completa di servizi doganali in Emilia Romagna e una crescita occupazionale che ormai ha nel mirino un organico complessivo di 150 unità.

Il Gruppo Laghezza della Spezia, dopo essersi connotato come il primo spedizioniere doganale con spiccate caratteristiche porto-marittime in grado di sbarcare in un grande aeroporto, quello di Milano-Malpensa, è entrato in una nuova fase di espansione aziendale, offrendo i propri servizi doganali nelle nuove sedi di Bologna Interporto e Modena Campogalliano, in aggiunta a quella di Piacenza Interporto. Nel 2016 il fatturato del gruppo ha raggiunto i 30 milioni di euro, per un incremento dell’11% rispetto al 2015; il numero di operazioni doganali è cresciuto dell’8% circa rispetto al 2015, raggiungendo quota pari a circa 128.000. Ottimi i risultati anche per quanto riguarda i trasporti via camion gestiti, con un incremento del 6% rispetto al precedente anno. Importanti i riflessi occupazionali; con l’apertura e lo sviluppo delle nuove sedi, il Gruppo Laghezza prevede a breve di superare il traguardo storico delle 150 unità lavorative occupate, contro le 132 del 2015. Nell’area della Spezia, dove è presente l’headquarter, il gruppo, guidato dal presidente Alessandro Laghezza, prevede un ulteriore potenziamento delle attività, anche di riempimento e svuotamento dei container, nelle aree di Santo Stefano Magra.