Category

Aggiornamenti

Soluzioni per far fronte ai flussi di merci destinate ad attività sospese dal Dpcm 22 marzo

By | Aggiornamenti | No Comments

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 22 marzo ha chiuso momentaneamente una serie di ‘attività non essenziali’.

In questo momento perciò bisogna far fronte ad una nuova esigenza.

Da domani e nelle prossime settimane sono previsti in arrivo nel porti merci precedentemente ordinate e già in viaggio, che troveranno alcune attività chiuse e impreparate a riceverle e gestirle. Questo flusso potrebbe causare onerosi costi di stoccaggio in porto e rischi di congestione nelle attività terminalistiche e di trasporto.

La Laghezza spa, per far fronte a questa ulteriore problematica, ha deciso di mettere a disposizione diverse soluzioni che ci consentono di stoccare in aree retroportuali containers allo stato estero e/o procedere allo svuotamento e magazzinaggio per successiva riconsegna.

Ai servizi logistici si affiancano quelli doganali di importazione, introduzione in deposito estero, deposito Iva, etc. Attività che potranno essere svolte presso i nostri Terminal di S. Stefano Magra (SP) e Ceparana (SP) ed anche in altre aree situate nel nord Italia.

Per qualsiasi informazione/quotazione Vi preghiamo di rivolgerVi ai Vostri consueti riferimenti commerciali.

oppure contattare la nostra Sede Centrale

tel. +39 0187 5971 _ e.mail info@laghezza.com

Le misure di sicurezza straordinarie per gestire l’emergenza COVID-19

By | Aggiornamenti | No Comments

In considerazione dell’emergenza sanitaria che, nelle ultime settimane, sta colpendo alcune zone d’Italia e dei provvedimenti adottati in tutta Italia a seguito del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Laghezza spa ha deciso di adottare alcune misure straordinarie finalizzate alla tutela della salute dei propri dipendenti, al contenimento della possibile propagazione del virus tra gli stessi ed al mantenimento, con le dovute accortezze, delle attività lavorative.

La direzione ha sospeso le trasferte e le riunioni, provvedendo ad organizzare incontri in videoconferenza.
E’ stato organizzato SmartWorking per chi può lavorare a distanza.

Ai dipendenti a rischio sono state concesse le ferie retribuite.

Tutti gli uffici sono stati provvisti delle misure igienico-sanitarie suggerite dal Decreto e si raccomanda fortemente: di arieggiare il più possibile i locali, di lavarsi spesso le mani, di evitare gli spostamenti tra i vari Uffici, di igienizzare le postazione di lavoro con i detergenti in dotazione, di gestire la ricezione della documentazione originale, necessaria per lo svolgimento delle operazioni doganali, in modo da mantenere le distanze di sicurezza e non entrare in stretto contatto col personale esterno.
Le aree ricreative o zone “caffè” possono essere frequentate da una persona alla volta.

Ogni volta che si entra in ufficio è obbligatorio lavarsi le mani, utilizzare il disinfettante ed indossare i guanti di protezione monouso (un paio al giorno per ciascuno) in lattice che la Società mette a disposizione e che si troveranno all’ingresso di ciascuna sede.

La Società ha potenziato il servizio di pulizie, svolto da personale a cui è stata chiesta la massima protezione individuale.
La Laghezza spa ha inoltre ricordato che ha a disposizione il servizio di Sorveglianza Sanitaria e il Servizio di Prevenzione e Protezione per la sicurezza, con i relativi Responsabili.

Ha infine definito tutte le specifiche in caso si verificasse un caso di Covid-19 tra il personale dipendente.

La richiesta è di massima collaborazione alle disposizioni di legge e alle regole imposte dall’Azienda, sia durante che oltre l’orario di lavoro, nell’interesse della realtà lavorativa ed anche nell’interesse della collettività.
Un atto di responsabilità che tutti sono chiamati a rispettare, per tornare, prima possibile, alla normalità.

per ulteriori informazioni chiamare il numero della Sede Centrale di La Spezia
tel. + 39 0187 5971

Le novità introdotte in materia doganale dalla Legge n. 157/2019 Legge Finanziaria

By | Aggiornamenti | No Comments

Il recente Decreto Fiscale potrebbe produrre i propri effetti giuridici anche in materia doganale; la norma, infatti, potrebbe estendere la riduzione agevolata delle sanzioni a 1/5 del minimo edittale, a tutti i ravvedimenti operosi attivati, presso la Dogana, a seguito di notifica del Processo Verbale di Contestazione (PVC).

É da un’attenta analisi interpretativa della normativa, precisamente dell’art. 10 bis della L.157/2019 che converte con modifiche il DL 124/2019, che si potrebbe presupporre una tale espansione della portata legislativa. Il riferimento normativo abroga espressamente il precetto descritto all’art. 13 c. 1bisdel Dlgs 472/1997, col quale il Legislatore escludeva che i tributi doganali venissero interessati dalla riduzione della sanzione fino a 1/5 a seguito ricezione di un atto di accertamento.

 Di conseguenza si potrebbe ritenere che per tutti i PVC notificati successivamente il 25 Dicembre 2019 (data di entrata in vigore della legge di conversione del DL 124/2019) la riduzione delle sanzioni non è più consentita nelle forme più favorevoli di 1/7 e 1/6 del minimo edittale precedentemente previste.

 Tuttavia resta fermo che, fino a quando non prende corso un’attività di accertamento da parte dell’Amministrazione finanziaria, il contribuente (ed eventuali soggetti solidalmente obbligati) che si accorge di un’anomalia contenuta nella propria dichiarazione doganale, possa sempre sanare l’errore e/o l’omissione, autodenunciandosi entro 3 anni dalla data di presentazione della bolla.

aggiornamento a cura di Studio Laghezza

Consulenza doganale

phone + 39 0187 597 336

Presenza del Gruppo Laghezza all’Assemblea pubblica annuale di Confetra, Roma

By | Aggiornamenti | No Comments

Abbiamo partecipato all’Assemblea Pubblica Annuale di CONFETRA a Roma.

E’ stata un’importante occasione per fare il punto sulle grandi dinamiche globali che determinano mutamenti profondi nei processi economici internazionali ed anche nei rapporti geopolitici tra Stati e Continenti.
La Logistica in primo piano ed anche interessanti analisi sulla percezione che i cittadini hanno a riguardo. In particolare sul ruolo che ricopre oggi la logistica nelle diverse attività quotidiane.

Abbiamo ascoltato gli interventi del giornalista Federico Rampini e del Presidente ipsos Nando Pagnoncelli, la testimonianza di molti importanti Rappresentanti del nostro settore. Ha chiuso la giornata la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli.