All Posts By

Laghezza SpA

Le misure di sicurezza straordinarie adottate dalla Laghezza spa per gestire l’emergenza COVID-19

By | Aggiornamenti | No Comments

In considerazione dell’emergenza sanitaria che, nelle ultime settimane, sta colpendo alcune zone d’Italia e dei provvedimenti adottati in tutta Italia a seguito del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Laghezza spa ha deciso di adottare alcune misure straordinarie finalizzate alla tutela della salute dei propri dipendenti, al contenimento della possibile propagazione del virus tra gli stessi ed al mantenimento, con le dovute accortezze, delle attività lavorative.

La direzione ha sospeso le trasferte e le riunioni, provvedendo ad organizzare incontri in videoconferenza.
E’ stato organizzato SmartWorking per chi può lavorare a distanza.

Ai dipendenti a rischio sono state concesse le ferie retribuite.

Tutti gli uffici sono stati provvisti delle misure igienico-sanitarie suggerite dal Decreto e si raccomanda fortemente: di arieggiare il più possibile i locali, di lavarsi spesso le mani, di evitare gli spostamenti tra i vari Uffici, di igienizzare le postazione di lavoro con i detergenti in dotazione, di gestire la ricezione della documentazione originale, necessaria per lo svolgimento delle operazioni doganali, in modo da mantenere le distanze di sicurezza e non entrare in stretto contatto col personale esterno.
Le aree ricreative o zone “caffè” possono essere frequentate da una persona alla volta.

Ogni volta che si entra in ufficio è obbligatorio lavarsi le mani, utilizzare il disinfettante ed indossare i guanti di protezione monouso (un paio al giorno per ciascuno) in lattice che la Società mette a disposizione e che si troveranno all’ingresso di ciascuna sede.

La Società ha potenziato il servizio di pulizie, svolto da personale a cui è stata chiesta la massima protezione individuale.
La Laghezza spa ha inoltre ricordato che ha a disposizione il servizio di Sorveglianza Sanitaria e il Servizio di Prevenzione e Protezione per la sicurezza, con i relativi Responsabili.

Ha infine definito tutte le specifiche in caso si verificasse un caso di Covid-19 tra il personale dipendente.

La richiesta è di massima collaborazione alle disposizioni di legge e alle regole imposte dall’Azienda, sia durante che oltre l’orario di lavoro, nell’interesse della realtà lavorativa ed anche nell’interesse della collettività.
Un atto di responsabilità che tutti sono chiamati a rispettare, per tornare, prima possibile, alla normalità.

per ulteriori informazioni chiamare il numero della Sede Centrale di La Spezia
tel. + 39 0187 5971

Potenziamento della sede operativa di Melzo _ crescita strategica Business Unit Dogana

By | BusinessUnit Dogana | No Comments

Nella grande famiglia della Laghezza spa sono entrate da pochi giorni due nuove importanti risorse, impiegate nell’ufficio di Melzo, dove la Laghezza spa possiede un’importante sede operativa.

UffMelzo

Il potenziamento della sede di Melzo fa parte della strategia di crescita nel settore doganale intrapresa dalla Laghezza spa negli ultimi dieci anni, che ha portato l’Azienda a coprire con sedi operative dirette tutti i principali porti, interporti e nodi logistici d’Italia.

In questo modo la Laghezza spa si propone come interlocutore unico per tutti gli operatori protagonisti della filiera logistica nazionale ed internazionale.

Nuove regole di compilazione per la Dichiarazione di importazione

By | Studio Laghezza | No Comments

A partire dal 5 maggio prossimo sarà obbligatorio compilare il campo 2 – Speditore/Esportatore – delle dichiarazioni di importazione.

Lo comunica l’Agenzia Dogane Monopoli con la nota in oggetto, sottolineando che il dato consentirà il miglioramento dell’analisi automatizzata del rischio e conseguentemente la riduzione dell’incidenza dei controlli all’atto dello sdoganamento.

In particolare, dovranno essere forniti tutti i dati previsti nel suddetto campo 2, ossia il codice del Paese che ha rilasciato il numero di identificazione, il codice EORI even- tualmente attribuito all’esportatore terzo (se l’esportatore non è registrato in EORI va indicato il codice di identificazione attribuito dal Paese terzo, ovvero il codice “0”), nonché il nome/ragione sociale del cedente estero che ha emesso la fattura allegata alla dichiarazione doganale.

Le novità introdotte in materia doganale dalla Legge n. 157/2019 Legge Finanziaria

By | BusinessUnit Dogana | No Comments

Il recente Decreto Fiscale potrebbe produrre i propri effetti giuridici anche in materia doganale; la norma, infatti, potrebbe estendere la riduzione agevolata delle sanzioni a 1/5 del minimo edittale, a tutti i ravvedimenti operosi attivati, presso la Dogana, a seguito di notifica del Processo Verbale di Contestazione (PVC).

É da un’attenta analisi interpretativa della normativa, precisamente dell’art. 10 bis della L.157/2019 che converte con modifiche il DL 124/2019, che si potrebbe presupporre una tale espansione della portata legislativa. Il riferimento normativo abroga espressamente il precetto descritto all’art. 13 c. 1bisdel Dlgs 472/1997, col quale il Legislatore escludeva che i tributi doganali venissero interessati dalla riduzione della sanzione fino a 1/5 a seguito ricezione di un atto di accertamento.

 Di conseguenza si potrebbe ritenere che per tutti i PVC notificati successivamente il 25 Dicembre 2019 (data di entrata in vigore della legge di conversione del DL 124/2019) la riduzione delle sanzioni non è più consentita nelle forme più favorevoli di 1/7 e 1/6 del minimo edittale precedentemente previste.

 Tuttavia resta fermo che, fino a quando non prende corso un’attività di accertamento da parte dell’Amministrazione finanziaria, il contribuente (ed eventuali soggetti solidalmente obbligati) che si accorge di un’anomalia contenuta nella propria dichiarazione doganale, possa sempre sanare l’errore e/o l’omissione, autodenunciandosi entro 3 anni dalla data di presentazione della bolla.

aggiornamento a cura di Studio Laghezza

Consulenza doganale

phone + 39 0187 597 336

Il Gruppo Laghezza potenzia la sede operativa del nuovo Terminal APM Savona-Vado Ligure

By | Comunicato stampa | No Comments

Il Gruppo Laghezza ha potenziato con nuove professionalità la sua sede operativa a Vado Ligure, in vista dell’inaugurazione del nuovo terminal container Apm di Savona-Vado Ligure prevista per il prossimo 12 dicembre.

Il Gruppo, già presente nelle maggiori realtà portuali e aeroportuali italiane, conferma sempre più la sua presenza in tutti i nodi strategici del sistema logistico italiano.

Ne parla alla stampa di settore Luciano Gusmeri, consigliere di amministrazione del Gruppo Laghezza

‘Controvento’ – Il Porto dei Piccoli incontra le Istituzioni e i Soci sostenitori a La Spezia

By | Progetti Speciali | No Comments

Il Gruppo Laghezza sostiene da anni il meraviglioso Progetto sociale Il Porto dei Piccoli ONLUS.

Si è svolto ieri ‘Controvento’, all’Auditorium Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale, un’occasione importante per conoscere le iniziative, i progetti e tutto il lavoro offerto ai bambini in terapia in quasi 15 anni di attività dell’associazione Il Porto dei Piccoli. Un momento di vera condivisione per incontrare i Sostenitori, i Soci, le Istituzioni che sostengono il Progetto e tutti gli Amici che hanno partecipato.

A presentare il progetto Il Porto dei Piccoli, nato nel 2005 a Genova e dal 2011 attivo anche a La Spezia, Gloria Camurati Direttore e fondatrice del Progetto e molti giovani volontari che prestano servizio sia a Genova che a La Spezia.

Il Presidente Alessandro Laghezza, da anni sostenitore dell’associazione, durante il suo intervento ha auspicato una sempre maggior sensibilizzazione da parte di tutti i cittadini ed ha espresso il desiderio di un avvicinamento tra Il Porto dei Piccoli e il NPSG – Volley Laghezza, due progetti in cui il Gruppo Laghezza investe e crede molto e che potrebbero viaggiare insieme in un prossimo futuro!!!

Il Presidente Alessandro Laghezza intervistato sulla difficile situazione delle infrastrutture in Liguria

By | Comunicato stampa | No Comments

Il Presidente di Gruppo Laghezza Alessandro Laghezza è stato intervistato da Primo Canale Liguria e dall’autorevole portale The MediTelegraph in merito alla difficile situazione del sistema delle infrastrutture in Liguria, reso ancor più evidente e tragico a seguito degli ultimi disastrosi avvenimenti.

Si tratta di una situazione molto difficile, che ha spinto Alessandro Laghezza a chiedere la messa a punto di un vero e proprio Piano Marshall per la Liguria.
“Se vogliamo che la nostra portualità diventi l’hub logistico d’Europa – ha affermato Laghezza – ma anche semplicemente che le nostre merci e i nostri cittadini viaggino liberamente, occorre porre in essere un vero e proprio piano straordinario, pari a quello post secondo conflitto mondiale, per le infrastrutture liguri, sia ferroviarie che stradali”.

L’intervista completa ad Alessandro Laghezza sul portale The Medi thelegraph

Il Presidente Alessandro Laghezza al Summit Svizzera-Italia su logistica e trasporti

By | Comunicato stampa | No Comments

Il Presidente Alessandro Laghezza è intervenuto questa mattina, in qualità di Presidente Confetra Liguria, al Convegno
‘Un mare in Svizzera 2’ al LAC di Lugano.

Tema centrale dell’incontro la Logistica e i nodi più urgenti.
In particolare le problematiche sulle linee ferroviarie che dovrebbero comporre l’asse Nord e Sud, ovvero fra AlpTransit e i porti del Mediterraneo, i ritardi nella realizzazione di infrastrutture strategiche e le difficoltà che questo comporta per l’efficienza e la competitività delle aziende di trasporto e di spedizione italiane e svizzere.

Tutto l’intervento del Presidente Alessandro Laghezza LINK

Lo Studio Laghezza al Roadshow Italia per le Imprese

By | Studio Laghezza | No Comments

Valentina Baldanza e Simone Malaspina dello Studio Laghezza hanno partecipato al Roadshow Italia per le Imprese.
Un’iniziativa nata per affiancare le PMI che intendono individuare nuove opportunità di affari legate all’internazionalizzazione e affrontare la sfida nei mercati mondiali.

La giornata a La Spezia è organizzata da ICE-Agenzia in collaborazione con Confindustria La Spezia e Regione Liguria, partner territoriali dell’iniziativa.