All Posts By

Ufficio Stampa

Reingegnerizzazione delle dichiarazioni di esportazione e transito: al via i test in ambiente di addestramento

By | Consulenza doganale | No Comments

Il processo di reingegnerizzazione prosegue interessando le operazioni di esportazione e transito: il progetto unionale ECS (Export Control System) è sostituito da quello AES (Automated Export System) mentre, per le operazioni di transito, si passa alla fase 5 del progetto NCTS.

A tal proposito, lo scorso 9 agosto, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, con l’avviso prot. n. 370606/RU, ha fornito istruzioni operative riguardanti la fase di sperimentazione della gestione informatizzata delle dichiarazioni di esportazione e transito in ambiente di addestramento di AIDA2.0. In particolare, durante tale fase, gli operatori economici potranno adeguare e testare i propri sistemi aziendali attraverso la “Piattaforma di accoglienza”.

Le nuove funzionalità che riguardano l’export (AES- PH1) consentiranno all’esportatore:
– di presentare, oltre alla dichiarazione di esportazione, anche l’eventuale sua rettifica e/o annullamento;
– di inviare la dichiarazione anche prima della presentazione delle merci all’ufficio di esportazione;
– di avvalersi dello sdoganamento centralizzato.

Le applicazioni reingegnerizzate, chiarisce l’avviso,  non consentiranno più le operazioni di esportazione a “groupage” e l’invio delle dichiarazioni di esportazione abbinate al transito.
Per quanto riguarda invece le dichiarazioni di transito, la nuova NCTS fase 5 prevede nuove funzionalità per lo speditore/speditore autorizzato che consentono, oltre alla presentazione della dichiarazione di transito, anche la relativa rettifica e/o annullamento. Sempre per lo speditore è, inoltre, possibile inviare telematicamente la dichiarazione anche prima della presentazione delle merci all’ufficio di partenza.

La comunicazione tra il destinatario autorizzato e l’ufficio di destinazione non subirà variazioni che, attese le modifiche alla struttura delle dichiarazioni doganali, riguarderanno invece la struttura dei messaggi e delle relative informazioni scambiate.

 

Un team di professionisti e doganalisti dedicati alla Cansulenza doganale sono a vostra disposizione per fornire ulteriori informazioni sul tema >

mail soluzioni.doganali@laghezza.com

tel (+39) 0187 1586312

Laghezza SpA chiude il primo semestre dell’anno con ottimi risultati. Le dichiarazioni del Presidente Laghezza

By | Aggiornamenti | No Comments

Laghezza SpA registra nel primo semestre del 2022 un aumento del fatturato del 20% e un incremento dell’EBITDA del 50% rispetto al primo semestre dell’anno precedente, consolidando il trend di crescita aziendale che negli ultimi anni è stato continuo e costante.

I risultati raggiunti dall’Azienda sono frutto di un ottimo lavoro di squadra – ha dichiarato il Presidente Alessandro Laghezza – lavoro che si è concretizzato grazie ad una strategia di crescita costante, caratterizzata contestualmente dall’attenzione al mantenimento di alti standard qualitativi dei servizi’.

 Rispetto ai dati di bilancio del 2021 caratterizzato da un fatturato di 37 milioni e sulla base delle proiezioni che scaturiscono dai risultati del primo semestre, la società di La Spezia, guidata da Alessandro Laghezza, conta di chiudere l’anno 2022 con un fatturato di circa 45 milioni di euro e un EBITDA superiore ai 3 milioni, grazie alla crescita equilibrata di tutte le sue divisioni operative.

Altro dato rilevante nel primo semestre del 2022 è quello relativo agli investimenti effettuati dalla Laghezza Spa pari a circa 4 milioni di euro, la metà dei quali è stata impiegata per l’acquisto di terreni nell’area retroportuale del Porto di La Spezia a Santo Stefano di Magra, dove nel 2023 verrà realizzato, in linea con le best practices della transizione ecologica, un nuovo grande hub logistico con magazzini doganali dedicati e aree buffer.

Nell’ambito della divisione Logistica e Trasporti sono stati inoltre effettuati due ulteriori investimenti. Il primo pari a 1.500.000,00 per l’acquisto di nuovi veicoli, che andranno ad aumentare la flotta dedicata ai trasporti su strada, il secondo pari ad euro 500.000,00 per gru e carrelli di magazzino.

In questa prima parte dell’anno sono aumentati anche gli spazi della sede centrale dell’Azienda che, dopo aver investito lo scorso anno nel grande open space dedicato alle attività e all’operatività digitale centralizzata della divisione doganale, ha acquisito nuovi spazi destinati all’amministrazione e al controllo di gestione.

La nostra società è orgogliosa di poter offrire soluzioni integrate e complete’ continua il Presidente Alessandro Laghezza ‘che pongono al centro la consulenza doganale strategica e assicurano l’assistenza doganale in tutti i più importanti nodi logistici d’Italia, per poi continuare con le nostre soluzioni logistiche e depositi doganali, fino al servizio di trasporto su strada per tutti i tipi di merce’.

“Il nostro valore aggiunto è la professionalità del nostro personale – ha concluso – ed essenziali sono gli investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione, effettuati con l’obiettivo di anticipare le tendenze e cogliere tutte le sfide, che il nostro settore ci propone ormai quotidianamente, come occasione di crescita”.

Porto della Spezia. Al via la sperimentazione nazionale dello Sportello Unico doganale e dei controllo S.U.DO.CO.

By | Aggiornamenti, Comunicato stampa, Senza categoria | No Comments

Il Porto della Spezia è stato scelto per avviare la fase sperimentale del nuovo sistema S.U.Do.Co, il Portale dello sportello unico doganale e dei controlli istituito secondo l’articolo 3, comma 1, del Decreto del Presidente della Repubblica n. 235 del 29 dicembre 2021 presso gli Uffici dell’Agenzia delle Dogane.

Dopo l’apertura nel 2020 del primo Centro Unico dei Servizi, negli spazi allestiti dall’Autorità di Sistema Portuale Mar Ligure Orientale nel retroporto di Santo Stefano Magra, il Porto della Spezia è stato scelto come porto pilota per la sperimentazione del progetto S.u.do.co. confermando la sua vocazione per l’innovazione e la digitalizzazione.

Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta.

Il Portale SUDOCO semplifica le operazioni di importazione ed esportazione offrendo agli operatori economici un’interfaccia unica – verso l’amministrazione doganale e le altre amministrazioni deputate al rilascio dei provvedimenti necessari alle procedure di ingresso/uscita delle merci nel/dal territorio doganale dell’Unione – per la gestione:

  • dei procedimenti prodromici all’assolvimento delle formalità doganali
  • dei controlli contestuali alla presentazione della merce, anche di competenza di amministrazioni diverse.

Come indicato nella Determinazione direttoriale n. 39493 del 28 gennaio 2022 “Attraverso il Portale SUDOCO gli operatori economici possonomonitorare in tempo reale il ciclo di vita dell’operazione doganale – dichiarazione e documenti a supporto – conoscere lo stato di lavorazione delle richieste presentate e acquisirne l’esito, anche mediante l’ausilio di servizi di messaggistica e di notifica” mentre “la Componente di interoperabilità tra le amministrazioni […] consente il dialogo tra le Amministrazioni coinvolte, la verifica dei documenti richiesti all’atto della presentazione della dichiarazione doganale, nonché il coordinamento degli eventuali controlli fisici”.

Il ruolo di coordinamento nella gestione dei procedimenti e dei controlli attraverso il Portale è ricoperto dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Viene così adeguato il sistema nazionale alle raccomandazioni già da tempo emanate a livello internazionale secondo cui i controlli dovrebbero essere eseguiti, di norma, “contemporaneamente e nello stesso luogo” e, conseguentemente, la trasmissione delle informazioni da parte degli operatori dovrebbe avvenire una sola volta (“once only’”) attraverso un’interfaccia unica (“single window”).

I vantaggi sono chiaramente moltissimi e poichè, come ogni cambiamento, il sistema deve essere compreso ed utilizzato al meglio, il nostro team dedicato alla consulenza doganale rimane a disposizione per fornire chiarimenti e maggiori informazioni.

info > studiolaghezza@laghezza.com

Avv. Serena Pellegri > serena.pellegri@laghezza.com

Laghezza investe nelle rinnovabili e con Integra Società Benefit srl punta sull’innovazione e sulla transizione energetica

By | Comunicato stampa, Senza categoria | No Comments

Laghezza SpA diversifica ulteriormente la sua attività investendo in un nuovo progetto di sviluppo nel settore della transizione energetica.

Nasce in Liguria ma con una proiezione in tutto il mercato italiano, INTEGRA società benefit, che intende sviluppare progetti innovativi per accelerare e semplificare il percorso verso la transizione energetica.

La nuova società INTEGRA è frutto della collaborazione tra gli imprenditori Alessandro Laghezza, Presidente della Laghezza SpA e Luigi Spedini, nel campo delle rinnovabili dagli anni’70, e i Manager Luca Bergonzoli, Managing Partner della Società ed esperto nel settore delle rinnovabili, e Sergio Ungaro Manager di grande esperienza nel corporate finance.

I quattro partner convogliano in INTEGRA le loro esperienze imprenditoriali e manageriali, maturate in settori diversi e complementari, che conferiscono alla Società una sostanziale capacità di analisi, sviluppo ed operatività.

INTEGRA si occuperà di progetti per la produzione di energie rinnovabili, con particolare attenzione alle autorizzazioni per la costruzione di nuovi impianti, passaggio che rimane ancor oggi uno dei più grandi ostacoli allo sviluppo da fonti rinnovabili, malgrado la grande richiesta di mercato e l’importanza di tali risorse.

INTEGRA si propone anche quale partner di riferimento per operatori pubblici e privati nello sviluppo di grandi progetti di transizione ecologica, con particolare attenzione alla sostituzione dei combustibili fossili con carburanti innovativi quali idrogeno verde e metanolo. La nuova società affiancherà piccole e grandi aziende nel percorso di analisi, valutazione e predisposizione delle condizioni per accedere ai contributi e i fondi previsti dal PNRR.

Particolare attenzione sarà rivolta ai settori dello shipping, della portualità e della logistica.

Integrità, esperienza e e la visione di un futuro più verde sono i valori di riferimento dei soci fondatori, che hanno scelto il regime di Società Benefit, per rispondere ad un modello economico che sempre più mette al centro non solo il profitto, ma anche al bene comune da raggiungere in modo sostenibile, responsabile e trasparente.

Maggiori informazioni nel sito ufficiale >>> INTEGRA Società benefit srl 

 

L’Agenzia delle Dogane semplifica manutenzione e refitting di imbarcazioni extra-Ue. Approfondiamo la notizia.

By | Consulenza doganale | No Comments

L’Agenzia delle Dogane ha fornito importanti istruzioni in relazione ai regimi di ammissione temporanea e perfezionamento attivo di imbarcazioni da diporto extra-Ue, volte a razionalizzare e semplificare le procedure operative e ridurre gli oneri amministrativi in capo agli operatori del settore (Circ. AD 27 maggio 2022 n. 20/D).

Con l’obiettivo dichiarato di semplificare gli adempimenti doganali e ridurre gli oneri amministrativi gravanti sui cantieri navali italiani l’Agenzia delle dogane ha illustrato le procedure da seguire per l’introduzione nel territorio dell’Unione europea di imbarcazioni da diporto battenti bandiera extra-UE, finalizzata all’esecuzione, presso i medesimi cantieri, di operazioni di manutenzione e refitting.

Vi invitiamo a leggere l’approfondimento a cura dell’Avvocato Serena Pellegri, che si occupa delle soluzioni di Consulenza doganale per i Clienti della Laghezza SpA, pubblicato da MEMENTOPIU

I nostri doganalisti sono inoltre sempre a disposizione per fornire ulteriori informazioni > studiolaghezza@laghezza.com

Reingegnerizzazione del sistema informatico di sdoganamento all’importazione e gli aspetti legati agli adempimenti contabili

By | Consulenza doganale | No Comments

Sono state pubblicate sul sito ADM la determinazione direttoriale, la n. 234367/RU del 03/06/2022, e la circolare, la n. 22/2022 del 06/06/2022, molto attese ed importanti per il tema della reingegnerizzazione del sistema informatico di sdoganamento all’importazione e che trattano, tra gli altri, aspetti importanti legati agli adempimenti contabili.

Il processo di reingegnerizzazione del sistema informatico di sdoganamento ad oggi coinvolge le sole operazioni di importazione (messaggi H1 – H5) e recepisce il principio disposto dall’art. 6, punto 1, del CDU, il quale stabilisce che “…Tutti gli scambi di informazioni, quali dichiarazioni, richieste o decisioni, tra autorità doganali nonché tra operatori economici ed autorità doganali, e l’archiviazione di tali informazioni richieste dalla normativa doganale sono effettuati mediante procedimenti informatici. …”.
Dal prossimo 09 giugno per le dichiarazioni doganali di importazione, i messaggi IM sono sostituiti dai tracciati H1 – H5 ed H7, e per la loro identificazione non sono più utilizzati il codice ufficio, il registro, il numero della dichiarazione, il CIN e la data ma solamente il Master Reference Number (MRN).
Le dichiarazioni di importazione sono trasmesse al Sistema informativo dell’Agenzia, firmate digitalmente, acquisite e registrate dal sistema stesso ed assumono piena efficacia nel completo rispetto dei principi previsti dal Codice dell’Amministrazione digitale e dalla normativa doganale unionale; quest’ultima, non prevede l’utilizzo di un formulario cartaceo.
Gli operatori economici hanno, però, la necessità di assolvere agli obblighi di natura contabile e fiscale previsti dalla normativa IVA e, al fine di esercitare il diritto alla detrazione dell’imposta sul valore aggiunto corrisposta all’atto dell’importazione, registrare le relative bollette;  ADM, per consentire l’esercizio di tale diritto, concluso lo svincolo delle merci e contestualmente ad esso, mette a disposizione degli operatori un Prospetto di riepilogo ai fini contabili della dichiarazione doganale. Il modello del documento è stato condiviso con l’Agenzia delle Entrate.
Gli importatori e i dichiaranti/rappresentanti possono quindi reperire tale prospetto, relativo a ciascuna dichiarazione doganale di importazione, nell’area riservata del Portale Unico delle Dogane e dei Monopoli (PUDM), le cui modalità di accesso ed utilizzo allo scopo, al momento, non sono ancora note e saranno oggetto di pubblicazione sul sito ADM.

Per ulteriori informazioni riguardo tutte le novità in materia doganale e per soluzioni di Consulenza doganale personalizzate, affidatevi ai professionisti di Laghezza SpA>> studiolaghezza@laghezza.com

Laghezza SpA punta sull’intermodale. Accelerazione sull’integrazione fra servizi logistici e doganali.

By | Senza categoria | No Comments

Laghezza SpA ha avviato in questi giorni l’attività sull’Interporto di Marzaglia, nodo strategico in Emilia per il trasporto intermodale. Un’apertura che segue quella consolidata di Melzo, a cui si aggiungeranno presto altri interporti del Nord Italia.

Grazie ad accordi con primari operatori ferroviari, Laghezza può offrire la gestione dell’intero ciclo intermodale, dallo sbarco alla consegna finale e viceversa. Un servizio innovativo, che va ad integrare la modalità tutto camion, fino ad oggi offerta da Laghezza. L’operazione doganale relativa ai container gestiti in intermodale potrà essere svolta direttamente dagli uffici Laghezza, sia in Porto che presso i nodi logistici di arrivo e partenza.

In occasione del lancio del nuovo servizio, il Vicepresidente Massimo Frolla, ha anche annunciato un potenziamento della flotta camion, con un aumento della capacità di trasporto del 30% entro fino anno.

In questa fase di particolare congestione della Supply Chain”, afferma Frolla “la nostra società è impegnata sia nello sviluppo e nella diversificazione dei propri servizi di trasporto, sia nell’incremento degli spazi logistici retroportuali, destinati allo stoccaggio e alla distribuzione delle merci”.

Conclude Frolla “I camion bianchi e blu di Laghezza aumentano e trovano nel treno un valido alleato per soddisfare una domanda in continua crescita”.

Laghezza SpA rilancia sulle attività di Consulenza doganale offerta ai Clienti che operano sui mercati internazionali

By | Consulenza doganale | No Comments

Laghezza SpA incorpora Studio Laghezza e consolida la propria posizione di leadership nelle soluzioni di consulenza e di assistenza offerte ai Clienti che operano sui mercati internazionali.

La decisione di integrare Studio Laghezza e di porre la consulenza al centro dell’offerta di servizi doganali, rappresenta per Laghezza SpA un vero e proprio cambio di prospettiva.

Grazie al team di doganalisti, avvocati specializzati e commercialisti che operano al proprio interno, Laghezza adotta un approccio innovativo basato sull’analisi preventiva e strategica delle necessità doganali dei Clienti, per poi proporre soluzioni ad hoc. Queste soluzioni sono tradotte in pratica attraverso l’assistenza all’ottenimento di certificazioni e autorizzazioni quali AEO, perfezionamento attivo e passivo, luogo approvato etc… e la successiva operatività doganale svolta su tutti i principali porti/interporti/aeroporti italiani, nonché presso le sedi dei Clienti.

L’obiettivo di questo approccio è quello di affiancare la clientela nell’ottimizzazione dei flussi logistici, al fine di conseguire risparmi in termini di oneri doganali, costi e tempi di sdoganamento.

La presenza all’interno del team di doganalisti e avvocati con esperienza internazionale consente una programmazione che non si limita alle sole attività svolte in Italia, ma fornisce soluzioni che riguardano la supply chain nel suo complesso.

Laghezza SpA svolge inoltre un’attenta analisi per quanto riguarda la corretta classificazione delle merci e l’origine delle stesse, minimizzando quindi qualsiasi rischio di carattere doganale, essendo peraltro pronta a gestire, attraverso i propri professionisti, qualsiasi tipo di contenzioso doganale e fiscale.

Con l’incorporazione di Studio Laghezza, Laghezza SpA si pone quindi come unico interlocutore per la Clientela su tutta la filiera doganale, operando in stretta connessione con Spedizionieri internazionali e Compagnie di navigazione, ai quali offre anche i propri servizi di trasporto e logistica distributiva ed integrata.

Dalla Partnership fra Laghezza SpA e la Scuola Nazionale Trasporti e Logistica il bando per il corso di Addetto ufficio merci

By | Senza categoria | No Comments

 

 

 

Resterà aperto fino alle ore 12.00 del 13 maggio il bando per l’iscrizione al corso gratuito di Addetto Ufficio Merci, in ambito trasporti e logistica, della Scuola Nazionale Trasporti e Logistica.

La durata del percorso formativo, realizzato in partnership con la società Laghezza Spa, avrà la durata di 600 ore delle quali 420 di teoria e 180 di stage. I posti disponibili sono dieci ed è garantito l’impegno occupazionale relativo ad almeno il 60 per cento dei partecipanti che conseguiranno l’idoneità. Destinatari del corso sono i disoccupati o i non occupati, residenti o domiciliati in Liguria, in possesso del Diploma di Scuola Secondaria Superiore o di diploma di istruzione/formazione.

La figura professionale di Addetto Ufficio Merci svolge attività amministrative di controllo documentale in relazione alle operazioni di movimentazioni di merci e container. Verifica i documenti e applica le procedure inerenti le normative doganali. Nei porti con movimentazione dei container su linee ferroviarie verifica i documenti intrattenendo rapporti con le compagnie intermodali. Queste attività sono svolge principalmente con l’ausilio di supporti informatici. Il progetto è finanziato tramite fondi FSE nell’ambito del Programma Operativo “Competitività regionale e occupazione” della Regione Liguria.

‘Il Luogo approvato’. Come un’Azienda può sdoganare le merci presso la propria sede e quali sono i vantaggi

By | Consulenza doganale | No Comments

Tra le più importanti semplificazioni doganali a disposizione delle Aziende rientra l’autorizzazione allo sdoganamento presso luogo approvato/in house che consente al soggetto autorizzato dall’Amministrazione Doganale preposta la possibilità di presentare le merciin importazione o in esportazione, in un luogo diverso dagli spazi doganali e di sdoganarle direttamente presso la propria sede o in luoghi designati e autorizzati per la ricezione/spedizione della merce.

L’ottenimento di Luogo approvato consente all’Azienda di poter beneficiare di molti vantaggi, quali la possibilità di gestire in autonomia lo sdoganamento delle merci e soprattutto di poterlo fare nei propri spazi e/o magazzini.

Tutti i vantaggi, le procedure e la documentazione necessaria per l’ottenimento del Luogo approvato sono elencate nella nostra Presentazione > Presentaz_LUOGO APPROVATO_Laghezza 

Laghezza SpA è sempre a disposizione per seguirvi nelle pratiche di autorizzazione per l’ottenimento di Luogo Approvato e nell’espletamento delle  successive operazioni doganali.

Per informazioni non esitate a contattare i nostri uffici>

tel. > (+39) 0187. 597.1

e.mail > info@laghezza.com / dogana@laghezza.com