All Posts By

Ufficio Stampa

Informativa delle Dogane britanniche per gli operatori che effettuano esportazioni dirette al Regno Unito

By | Circolari | No Comments

A seguito dell’accordo commerciale e di cooperazione tra l’Unione Europea e il Regno Unito è stato stabilito, per gli operatori che effettuano esportazioni dirette al Regno Unito, il rinvio dell’applicazione degli effetti derivanti dal recesso del Regno Unito dall’Unione Europea per determinate procedure doganali al 1° gennaio 2022 e altre attività relative ai prodotti sanitari e fitosanitari (SPS).

I nostri Doganalisti sono sempre a disposizione per fornire chiarimenti ed informazioni _ info@laghezza.com

Customs News Sanità _ circolare 95/2021 _ Controlli ufficiali su merci e animali_Autorità competenti

By | Circolari | No Comments

Si comunica che attraverso il D. Lgvo del 2 febbraio 2021, n.27 sono state fissate le disposizioni circa l’operatività della nuova disciplina sui controlli sanitari (su alimenti, materiali e oggetti che entrano in contatto con gli alimenti (MOCA), mangimi, animali, prodotti fitosanitari e pesticidi) prevista dal Regolamento UE n. 625/2017 per quanto riguarda la competenza delle varie Autorità.

In particolare il provvedimento ha previsto che il Ministero della salute essendo disegnato come autorità responsabile dell’organizzazione e del coordinamento dei controlli ufficiali e delle attività per la prevenzione e il controllo delle malattie animali trasmissibili, ha il compito di garantire l’efficacia e l’efficienza dei controlli e delle attività tra tutte le Autorità competenti sul territorio nazionale attraverso l’adozione del Piano di Controllo Nazionale Pluriennale (PCPN).

Per quanto riguardai controlli a campione, invece, sono stati individuati quali laboratori ufficiali tutti quelli in possesso dei requisiti di cui all’articolo 37 del paragrafo 4 del Regolamento 625.

 

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a contattare i nostri uffici: info@laghezza.com

 

 

I nuovi importanti progetti della Laghezza SpA anticipati dal nostro Presidente Alessandro Laghezza in un’intervista al Secolo XIX

By | Intervista | No Comments

Una crescita costante e nuovi importanti progetti per la Laghezza SpA anticipati in un’intervista al Presidente e CEO dell’Azienda Alessandro Laghezza, a cura de Il Secolo XIX di Genova.

In attesa di poter approfondire a breve e in modo più dettagliato tutte le novità, abbiamo il piacere di allegare di seguito l’articolo de Il Secolo XIX

 

 

 

IMPORT CONTROL SYSTEM (ICS) FASE 2 – Nuovo Sistema di controllo delle importazioni – Avvio relase 1 dal 15 marzo 2021

By | Circolari | No Comments

Si comunica che a seguito dell’adeguamento dei sistemi informativi nazionali ed Unionali agli istituti previsti dal Codice Doganale dell’Unione, dal 15 marzo 2021, è stato avviato il nuovo Sistema di controllo delle importazioni (Import Control System) – ICS2 al fine di di rafforzare la sicurezza delle merci che entrano nel territorio doganale dell’Unione.

Data la sua complessità, l’attuazione di ICS2 è suddivisa in tre release distinte in modo tale da poter coinvolgere gli operatori economici in modo graduale:

–       Relase 1: in vigore dal 15 marzo 2021, che coinvolge operatori postali e corrieri espresso per via aerea.

–       Relase 2: in vigore dal 1 marzo 2023, che estende l’obbligatorietà di adesionie ad ICS2 a tutti gli operatori e a tutte le merci trasportate per via aerea.

–       Relase 3: in vigore dal 1 marzo 2024, che estende integralmente i nuovi obblighi ai processi operativi e di gestione dei rischi per tutte le merci trasportate per via marittima e di navigazione interna nonché per via stradale e ferroviaria, comprese le merci spedite a mezzo posta trasportate con questi mezzi di trasporto.

Per poter accedere l’operatore economico deve essere in possesso di un codice EORI valido e delle seguenti autorizzazioni:

–  CUST-EXECUTIVE (autorizzazione europea), nell’ambito dell’applicazione UE ICS2: che consente l’utilizzo dei servizi di ICS2;

–  DLR_UUMDS_REGCERT_EORI (AUTORIZZAZIONE NAZIONALE): che consente la registrazione del certificato qualificato di firma, conforme alle specifiche EIDAS, necessario per il dialogo con la STI in modalità system-to-sistem.

Tali autorizzazioni devono essere richieste tramite il Modello Autorizzativo Unico (MAU), disponibile sul Portale Unico Dogane e Monopoli dagli utenti in possesso delle credenziali di identità digitale nazionale.

Gli operatori economici hanno la possibilità di usufruire di una finestra di adeguamento, concessa dalla Commissione europea, che si conclude il 1° ottobre 2021.

 

I nostri Doganalisti sono sempre disponibili per fornire chiarimenti ed informazioni _ info@laghezza.com

Trattamento IVA per le importazioni dei beni necessari al contenimento e alla gestione dell’emergenza Covid-19

By | Circolari | No Comments

Con la Circolare ADM n.12/2020 del 30 maggio 2020, l’Agenzia ha fornito alcuni chiarimenti circa il perimetro di applicazione delle disposizioni contenute nel Decreto Legge 19 maggio 2020, n. 34, il «c.d. Decreto Rilancio», convertito, con modificazioni, dalla Legge 17 luglio 2020, n. 77, il quale, nell’ambito del Titolo VI rubricato «Misure fiscali», in particolare con l’articolo 124, ha introdotto una disciplina IVA agevolata per l’acquisto di determinati beni ritenuti necessari per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Di seguito i documenti ufficiali ADM

I nostri doganalisti rimangono a vostra disposizione per informazioni e chiarimenti in merito _ info@laghezza.com

 

CIRC ADM N. 9 3.3.21 TRATTAM IVA PER IMPORT BENI NECESS CONTENIM GEST COVID-19

NOTA ADM PROT. 66903 3.3.21 TRATTAM IVA IMPORT BENI NECESS COTENIM E GEST EMERG COVID-19

Regolamento di esecuzione (UE) 2021/127 per l’introduzione di materiali in legno provenienti da paesi terzi

By | Circolari | No Comments

Dal 1 marzo 2021 è entrato in vigore il REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2021/127 della Commissione del 3 febbraio 2021 che stabilisce le prescrizioni per l’introduzione nel territorio dell’Unione di materiale da imballaggio in legno per il trasporto di determinati prodotti originari da alcuni paesi terzi e per i controlli fitosanitari effettuati su tale materiale. Il nuovo Regolamento abroga la decisione di esecuzione (UE) 2018/1137 .

Tutti i prodotti specificati di cui all’allegato del link sottostante dovranno essere inseriti su Traces nt 

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=CELEX%3A32021R0127&qid=1614283547644

In particolare il materiale da imballaggio dovrà soddisfare le prescrizione dell’art.43 del regolamento UE 2019/2031:

1.Il materiale da imballaggio di legno, sia esso effettivamente impiegato nel trasporto di oggetti di ogni tipo o no è introdotto nel territorio dell’Unione solo se soddisfa tutte le condizioni seguenti:

a) è stato sottoposto a uno o più dei trattamenti approvati ed è conforme alle prescrizioni applicabili di cui all’allegato 1 della norma internazionale per le misure fitosanitarie n.15, dal titolo «Regolamentazione del materiale da imballaggio in legno nel commercio internazionale» («ISPM n. 15»); b) su di esso è stato applicato il marchio di cui all’allegato 2 dell’ISPM n. 15, che attesta che è stato sottoposto ai trattamenti di cui alla lettera a). Il presente paragrafo non si applica al materiale da imballaggio di legno oggetto delle esenzioni previste dall’ISPM n. 15.

Sarà quindi obbligatorio l’inserimento del DSCE (documento sanitario comune di entrata) con le consuete modalità e competenze (come da tariffa), allegando copia polizza, non è previsto il RUOP nell’anagrafica gli importatori ed il pagamento è previsto solo per le spedizioni soggette a controllo.

I controlli previsti saranno effettuati con una frequenza non inferiore al 15 per cento delle spedizioni.

Le spedizioni non individuate per il controllo saranno convalidate senza alcun pagamento (Bulk validation) analogamente a quanto previsto per l’allegato XI B del Regolamento 2019/2072.

 

Per ulteriori informazioni visita la nostra pagina contatti 

siamo a disposizione per ogni richiesta specifica.

 

La neo Dottoressa Laura Vanacore si laurea all’Università degli Studi di Genova con una Tesi sulla Laghezza SpA

By | BusinessUnit Dogana, Intervista | No Comments

Congratulazioni alla neo Dottoressa Laura Vanacore che ha appena concluso con successo il Corso di Laurea in ‘Economia delle aziende marittime, della logistica e dei trasporti’ all’Università degli Studi di Genova con una Tesi dal titolo:

‘L’attività dello spedizioniere doganale: il caso Laghezza S.p.A.’

Essere scelti come argomento di Tesi è per la nostra Azienda e per tutti noi una grande soddisfazione.

Per questo ringraziamo la neo Dottoressa Vanacore che abbiamo incontrato per farci raccontare il perchè di questa scelta e quali sono state le scoperte durante il suo percorso di ricerca in Azienda.

‘Ho scelto la Laghezza SpA perchè ha una grande esperienza e competenza nel settore doganale’ ci ha raccontato ‘Sono particolarmente interessata alla figura dello Spedizioniere doganale che ha un ruolo strategico importante e molto delicato nell’ambito del commercio internazionale delle merci.  Grazie ad una conoscenza ho visitato tutta l’Azienda, dagli uffici della sede centrale fino ai grandi magazzini adibiti alla logistica integrata e ai depositi doganali ed ho inoltre approfondito insieme ad alcuni Amministratori di settore della Laghezza tutte le tematiche che hanno poi costituito le basi della mia Tesi di Laurea.

Ciò che mi ha piacevolmente colpita nel mio percorso di ricerca in Azienda è stata anche la scoperta delle altre attività della Laghezza SpA e come esse non solo riescano a coesistere  tra loro, ma a completarsi reciprocamente permettendo all’Azienda di fornire un servizio completo: dalla Dogana, alla Logistica fino ai Trasporti. Ciò che mi è piaciuto di più è stato toccare con mano e vedere concretamente tutto ciò che solitamente si studia solo nei libri’.

La Dottoressa Laura Vanacore continuerà gli studi iniziando il percorso per ottenere la Laurea magistrale in ‘Economia e management marittimo portuale’. La ringraziamo per l’attenzione che ci ha riservato e le facciamo i nostri migliori auguri per il suo (sicuramente) brillantissimo futuro!!!

 

Laghezza SpA da il benvenuto a sette giovani tirocinanti specializzati nel settore doganale e logistico

By | BusinessUnit Dogana | No Comments

Investire nell’innovazione, nella formazione e nei giovani è da sempre un punto di forza della Laghezza SpA che crede nelle professionalità maturate sul campo come in quelle specializzate e cresciute tra i banchi di scuola.

Ed è proprio da una scuola specialistica che arrivano i nostri nuovi stagisti, giovani e con una grande voglia di imparare. Esattamente dalla Scuola Nazionale Trasporti e Logistica la prima scuola di formazione in Italia che si occupa esclusivamente del settore della Logistica e del trasporto e punto di riferimento, grazie ad una ventennale esperienza nel settore, per Imprese, Enti e persone che desiderano specializzarsi.

Laghezza SpA, che collabora regolarmente con la Scuola Nazionale Trasporti e Logistica, ha selezionato proprio in questi giorni sei ragazzi, quattro dei quali assegnati all’attività della Business unit Dogana, attività che rappresenta il core business dell’Azienda e che in questi ultimi mesi, malgrado le grandi problematiche legate al Covid, ha continuato a registrare volumi  sostanzialmente costanti ed in alcuni casi in crescita, grazie anche alla diversificazione dell’offerta.

La nostra Business Unit Dogana infatti negli ultimi anni si è arricchita ed orientata, oltreché alla bollettazione, ai servizi certificazione AEO, gestione di magazzini doganali e consulenza doganale specializzata. Le principali sedi storiche di La Spezia e Genova, inoltre, sono state affiancate dalle sedi operative presenti in tutti i Porti e i principali nodi logistici italiani.

Tale espansione e diversificazione dell’attività doganale ha posizionato definitivamente Laghezza SpA tra le aziende leader italiane di settore ed ha portato contestualmente ad un aumento di  personale specializzato e qualificato su cui l’Azienda investe costantemente.

Altre due risorse faranno lo stage negli uffici del Terminal 1 della Laghezza SpA centro nevralgico delle attività della Business Unit Logistica . Mentre la settima stagista verrà impiegata negli uffici dell’Amministrazione in sede centrale.

Un caloroso benvenuto quindi ai nostri nuovi stagisti che siamo sicuri impareranno molto dal lavoro svolto insieme ai nostri doganalisti professionisti e che confidiamo sapranno contribuire alla crescita della nostra Azienda con la loro energia di giovani studenti preparati e competenti.

 

[nell’immagine i due stagisti impiegati nel settore logistico fotografati al Terminal 1 della Laghezza SpA, nell’immagine in evidenza i quattro stagisti impiegati nel settore doganale fotografati negli uffici della sede centrale della Laghezza SpA a La Spezia]

Nuovi mezzi e fatturato in crescita per la Business Unit della Laghezza SpA grazie ad investimenti e lavoro di squadra

By | Business Unit Trasporti | No Comments

La nostra Business Unit Trasporti, malgrado le difficoltà del mercato globale causate dal Covid, ha registrato nel 2020 un incremento di fatturato frutto degli investimenti effettuati in nuovi mezzi e tecnologie di monitoraggio innovative e grazie al grande lavoro svolto da tutto il team della divisione Trasporti della Laghezza SpA.

 

“Un risultato importante e in controtendenza – afferma il Presidente della Laghezza SpA Alessandro Laghezza – perché da un lato conferma il valore di un affiancamento costante della clientela finalizzato alla risposta tempestiva a ogni esigenza: dall’altro, il valore aggiunto di un un team, per appunto del Dipartimento Trasporti, che in stretta collaborazione con il settore logistico del gruppo è stato in grado sempre e comunque di fornire servizi di eccellenza. In un periodo che è stato complesso sotto ogni punto di vista – prosegue Alessandro Laghezza – non abbiamo mai tirato il freno a mano sugli investimenti, al contrario imprimendo un’ulteriore accelerazione e acquistando nuovi mezzi per la nostra flotta”.

 

La divisione Trasporti della Laghezza SpA conta oggi su una flotta di più di 120 mezzi, considerando quelli di proprietà, incrementati di 6 unità solo negli ultimi tre mesi, e i vettori a contratto esclusivo. È in grado di offrire soluzioni trasporto per tutte le tipologie di merce operando in tutti i Porti italiani, e dai soli porti di Genova e Livorno ha incrementato in modo significativo il numero dei viaggi che oggi supera quota 30.000. Gli automezzi vengono costantemente monitorati dalla sede centrale, attraverso un sistema informatico avanzato di track and trace, che può essere esteso anche alla merce interna ai container, come nuovo servizio aggiuntivo.

“In un anno così complesso la crescita di fatturato è qualcosa di più di un semplice successo – afferma Enzo Bandoni, responsabile della divisione Trasporti della Laghezza SpA – è la prova della validità di scelte strategiche e di un lavoro svolto in modo coeso da tutto lo staff, che ha garantito ai clienti storici del gruppo un servizio caratterizzato da puntualità, personalizzazione e professionalità”

Per avere informazioni su tutti i nostri servizi

esplora il nostro sito web laghezza.com

tel. (+39) 0187.5971

e.mail info@laghezza.com

 

Saremo lieti di dare tutte le informazioni necessarie.

Proroga del termine per l’emanazione del decreto interministeriale sull’effettuazione dei controlli radiometrici

By | Circolari | No Comments

Secondo il DL Milleproroghe 2020 approvato in Consiglio dei Ministri lo scorso 23 dicembre, è stata prorogata l’entrata in vigore del decreto interministeriale sull’effettuazione dei controlli radiometrici previsti in materia di protezione contro i pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti, in attuazione dell’articolo 72, comma 3 del decreto legislativo n. 101 del 2020

La complessità della materia concernente l’individuazione dei prodotti e semilavorati metallici da sottoporre a controllo secondo i criteri previsti dal citato art. 72, comma 3, del Dlgs, n. 101/2020 e il necessario raccordo con gli operatori e le Amministrazioni coinvolte hanno portato ad un allungamento dei tempi per la sua adozione (in data 30 aprile 2021).

Ai fini della sorveglianza radiometrica su materiali o prodotti semilavorati metallici o prodotti in metallo continuerà ad applicarsi la disciplina previgente di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 1° giugno 2011, n. 100.

Informazioni e Comunicazione nel sito del Ministero dello Sviluppo Economico