All Posts By

Ufficio Stampa

Lo Studio Laghezza amplia la propria sfera d’azione dalla consulenza doganale a quella legale e tributaria

By | Studio Laghezza | No Comments

Lo Studio Laghezza, società di consulenza, assistenza e formazione in ambito doganale fondata e diretta dal Dottor Alessandro Laghezza, grazie alla recente partnership con lo Studio DCS & Partner, affiancherà al proprio team di esperti doganalisti l’Avvocato De Carolis ed il Dottore Commercialista Fausto Casella, esperti in materia legale e tributaria.

Si ampliano strategicamente gli ambiti di intervento dello Studio Laghezza, che offre assistenza, consulenza e formazione  materia doganale ad aziende che operano sul mercato internazionale. La Partnership con lo Studio DCS & Partner infatti permetterà di gestire anche le tematiche legali e tributarie connesse, rafforzando la presenza su Milano e rendendo lo Studio Laghezza ancor di più interlocutore unico per tutte le questioni legate al commercio internazionale.

La società di consulenza Studio Laghezza è composta da un team di esperti professionisti coordinati dal Dottor Alessandro Laghezza. Laureato in Economia Aziendale presso l’Università di Pisa, Dottore Commercialista e Revisore contabile, iscritto all’Albo dei Doganalisti della Spezia e degli Agenti marittimi, dal 2003 il Dottor Laghezza presiede la Laghezza S.p.A. azienda leader in Italia nel settore delle operazioni doganali, della Logistica e dei Trasporti su strada.

Pur rimanendo Studio Laghezza una società indipendente, il supporto costante della Laghezza SpA rimane importantissimo e fornisce ogni tipo di soluzione logistico-organizzativo.

 

Per ulteriori informazioni:

web _ Studio Laghezza www.studiolaghezza.com

e.mail _ info@studiolaghezza.com

tel. _ (+39) 0187 597411

 

 

 

 

 

Campagna fumigazione BMSB [brown marmorated stink bug] Australia Nuova Zelanda

By | Aggiornamenti | No Comments
Nel nostro Terminal.1 a Santo Stefano Magra, situato nel retroporto del Porto della Spezia e centro nevralgico delle attività di Logistica e di Trasporto su strada  della Laghezza SpA, offriamo anche il servizio di fumigazione.
Si tratta di un trattamento antiparassitario volto a contrastare la cimice asiatica in tutte le merci containerizzate con destinazione Australia e Nuova Zelanda.
A seguito della diffusione della cimice asiatica (BMSB, Brown Marmorated Stink Bug), i Paesi a rischio sono diventati 33.
I Governi australiano e neozelandese hanno adottato una serie di misure cautelative sui container destinati alle loro nazioni e provenienti dai Paesi considerati a rischio, tra cui l’Italia. Perciò il processo di fumigazione è diventato obbligatorio.
In collaborazione con il Centro Disinfestazione Livornese disponiamo di una struttura ad esclusivo utilizzo per il trattamento antiparassitario dei container, seguendo standard di qualità e sicurezza globalmente riconosciuti dalla normativa internazionale.
richiedi maggiori informazioni: info@laghezza.com

Rilascio dei certificati EUR1 da parte del Vietnam non conformi, le direttive della Commissione Europea

By | BusinessUnit Dogana | No Comments

La Direzione delle Dogane rende noto con avviso del 09/09/2020, che, in relazione alla problematica di rilascio dei certificati EUR1 da parte del Vietnam non conformi, la Commissione Europea informa che lo stock di modelli difformi dal n. AA000001 al n. AA100000, sarà eccezionalmente accettato in UE fino al 31/12/2020.

Durante tale periodo, le Autorità Vietnamite provvederanno alla stampa di serie AB di certificati conformi, precisando che qualsiasi certificato non conforme rilasciato oltre la data stabilita, dovrà essere rifiutato nell’UE

per ulteriori informazioni: dogana@laghezza.com

Laghezza SpA registra un bilancio positivo nel primo semestre dell’anno, grazie ad investimenti qualitativi

By | Aggiornamenti | No Comments

Il Vicepresidente di Laghezza SpA Massimo Frolla annuncia alla stampa il bilancio complessivamente positivo del primo semestre.

Guerra al Covid con investimenti qualitativi, spiccano i dati della divisione Trasporti

Tecnologia avanzata, controllo satellitare dei carichi, disponibilità di spazi e flessibilità operativa. Sono questi gli ingredienti che hanno consentito alla Laghezza Spa di superare, sia pure fra le difficoltà oggettive del momento, la crisi causata dall’emergenza Covid e di archiviare i primi sei mesi dell’anno con un risultato complessivamente positivo che consente, in ogni caso, di guardare al futuro con grande fiducia.

Nel bilancio del primo semestre spiccano i dati della divisione Trasporti.

In un contesto molto difficile, di calo dei traffici e di selezione del mercato, gli investimenti effettuati in nuovi mezzi e in particolare nell’acquisizione e gestione di un Sistema di controllo satellitare, hanno fatto la differenza. Proprio la politica di espansione commerciale ha consentito al gruppo di limitare e contenere il calo dei volumi causato dalla contingenza negativa portando a casa un risultato economico sostanzialmente in linea con quello del 2019.

Addirittura in crescita i numeri della Logistica, che – come sottolinea il Vicepresidente del Gruppo Massimo Frollaha beneficiato di una politica aziendale preveggente: “L’aumento degli spazi coperti e scoperti e la flessibilità delle soluzioni offerte ci hanno consentito, durante il lockdown, – ha sottolineato Frolla – di acquisire nuovi traffici e quote di mercato”.

Per quanto riguarda la divisione doganale, i numeri delle pratiche hanno registrato un inevitabile calo a causa della pandemia ma, grazie alla crescita dei servizi di consulenza a maggiore valore aggiunto, hanno segnato una redditività in crescita.

Tenacia e volontà di crescere attraverso investimenti di qualità si sono rivelati premianti con un semestre sostanzialmente positivo in uno dei momenti più difficili e complessi nella vita economica del Paese.

 

[Comunicato Stampa diffuso e uscito nella stampa di settore]

Diviene operativo il Centro Unico per i servizi alle merci del Porto della Spezia. Più efficienza dei controlli

By | Aggiornamenti | No Comments

E’ finalmente operativo il Centro Unico per i servizi alle merci del Porto della Spezia. Il porto spezzino è il primo a mettersi in regola con la nuova normativa europea. Il CUS porterà molti vantaggi in termini di velocità dei controlli ed efficienza.

Grazie al CUS il controllo dei container trasbordati dalle navi non avverrà più nel porto della Spezia, ma nella zona retroportuale di Santo Stefano di Magra, dove ha sede anche il nostro Termina dedicato alla Logistica integrata e distribuzione.

Il CUS, dove verranno effettuati tutti i controlli, ad esclusione di quelli disposti dall’Autorità Giudiziaria e di quelli svolti dagli organi competenti per la sicurezza dello Stato e dalle forze di polizia, è stato presentato dalla Presidente dell’AdSP del Mar Ligure Orientale, Carla Roncallo in Conferenza Stampa alcuni mesi fa. L’emergenza sanitaria causata dal COVID e il Lockdown hanno fatto slittare l’inizio vero e proprio dei lavori, ma finalmente ci siamo!

Entro la fine del mese la struttura entrerà a regime.

I dettagli nel @sito web AdSP  

[Con la realizzazione del CUS, l’AdSP oltre a lavorare nel solco delle disposizioni della legge di riforma della 84/94, ha recepito prontamente diverse norme comunitarie che a breve entreranno in vigore e che puntano fortemente, tra l’altro, sull’efficientamento dei controlli alla merce, che condizionano in maniera significativa l’efficienza dei porti italiani. La legge di riforma istituisce, infatti, lo Sportello Unico Doganale e dei controlli, che ha la competenza dei controlli relativi a tutti gli adempimenti connessi all’entrata e uscita delle merci nel o dal territorio nazionale. A ciò si aggiunge il recepimento da parte del nostro Paese del Regolamento di esecuzione UE 625/2017, la cui entrata in vigore, prevista tre giorni fa, è poi slittata di alcuni mesi ed in virtù del quale sono stabiliti requisiti minimi e dotazioni adeguate per i posti di controllo frontalieri relativamente al controllo della merce fresca, perfettamente rispettati dal CUS di S. Stefano Magra.

All’interno del CUS opereranno l’Agenzia delle Dogane, la Guardia di Finanza, la Sanità Marittima (veterinario, fitopatologo), i Carabinieri Forestali, la Polizia di Frontiera, l’Age Control. Il Centro è dotato di spazi coperti per l’apertura dei contenitori, di moderne celle frigo, di uno scanner molecolare di nuova generazione fornito dall’Agenzia delle Dogane ed infine, di una palazzina per gli uffici, dove hanno trovato spazio tutti i soggetti interessati. Le operazioni di trasporto della merce dal porto a Santo Stefano, con corridoio controllato da UIRNET e la movimentazione della merce soggetta a controllo, sono state affidate a La Spezia Port Service, importante realtà, riferimento della maggior parte degli operatori spezzini nel campo della logistica] [@sito web AdSP  ]

 

Proroga delle procedure di rilascio dei certificati di circolazione EUR 1,EUR MED, A.TR.

By | BusinessUnit Dogana | No Comments

E’ arrivata la tanto attesa proroga delle disposizioni per il rilascio dei certificati EUR 1/EUR MED/A.TR. al 31 / 10

Un poco di tempo in più, necessario in questo momento di difficoltà causato dall’emergenza Covid, per permettere alle aziende esportatrici di richiedere l’autorizzazione di esportatore autorizzato.

Di seguito la circolare

 

Richiedi informazioni ulteriori ai nostri esperti doganalisti

Business Unit Dogana Laghezza SpA dogana@laghezza.com

[Brexit] La Commissione europea interviene sulla recente decisione del Governo inglese

By | BusinessUnit Dogana | No Comments

La Commissione europea interviene sulla recente decisione ufficiale del Governo inglese di ufficializzare l’entrata in vigore della Brexit il 1° gennaio 2021, nonostante il parere contrario di Galles, Scozia e Irlanda del Nord.

L’uscita dall’Unione Europea significherà, com’è ben noto, anche uscita dal mercato unico unionale, le cui conseguenze si ripercuoteranno notevolmente in ambito economico, sia per le aziende europee che per quelle britanniche.

A tal proposito, è intervenuta la Commissione europea con la recente comunicazione COM (2020) 324 final del 9 luglio 2020, chiarendo che dal 1° gennaio 2021 le formalità ed i controlli doganali dei traffici commerciali fra l’Unione europea ed il Regno Unito (ad eccezion dell’Irlanda del Nord), saranno equiparati a quelli normalmente presenti fra l’UE ed i Paesi Extra UE.

In particolare, nel Regno Unito,  dal 1° gennaio verranno effettuati pieni controlli sulle sostanze altamente sensibili, quali alcol e tabacco, mentre le merci standard saranno assoggettate alle procedure doganali di base con sei mesi per completare le dichiarazioni doganali e pagare gli eventuali dazi sussistenti. A decorrere dal 1° aprile 2021, coloro che importeranno i prodotti di origine animale saranno tenuti ad informare in via preventiva la Dogana, fornendo i documenti sanitari pertinenti.

Ad oggi ancora non è dato sapere se i negoziati dei prossimi sei mesi porteranno o meno alla stipulazione di un Accordo di libero scambio fra l’UE ed il UK, utile nella prosecuzione degli scambi commerciali a dazio zero. Le trattative sembrano essere entrate in una fase di stallo, anche a causa dell’attuale emergenza sanitaria data dal Covid 19, ed il mercato torna a temere il rischio Hard Brexit.

Ulteriori informazioni: Business Unit Dogana – dogana@laghezza.com

Caos autostrade. La nostra divisione Trasporti è operativa e vicina agli operatori di settore

By | Business Unit Trasporti | No Comments

Caos autostrade in Liguria.

La nostra divisione Trasporti è operativa e vicina agli operatori di settore

In questi giorni la difficile situazione infrastrutturale ligure, in particolare nella zona di Genova, sta causando ritardi e grandi problematiche economiche e non solo a tutto il settore della logistica.
La divisione Trasporti su strada di Laghezza SpA continua ad essere pienamente operativa e a garantire una copertura nazionale ed internazionale.
Il nostro Terminal, situato nel retroporto del Porto della Spezia dove ha sede anche la nostra divisione di Logistica integrata, è collegato con le direttrici autostradali nord-sud Italia e questo permette di pianificare ed organizzare nel migliore dei modi le attività.
Il nostro sofisticato sistema satellitare, controllato dalla sede centrale, permette di verificare in tempo reale il progresso dei viaggi e la sicurezza dei nostri autotrasportatori.
Rimaniamo accanto alle battaglie condotte ogni giorno dalle organizzazioni liguri per uscire da questa situazione infrastrutturale critica e vogliamo esprimere tutta la nostra solidarietà a chi lavora sulle strade ogni giorno, con coraggio e grande senso del dovere.
per tutte le informazioni: Business Unit Trasporti trasporti@laghezza.com

Origine preferenziale [UE – VIETNAM] Un altro paese si aggiunge ufficialmente al sistema REX

By | BusinessUnit Dogana | No Comments

Un altro paese si aggiunge al sistema REX per beneficiare di trattamenti daziari preferenziali.

Il sistema degli esportatori autorizzati (REX) è entrato in vigore il 1 gennaio 2017 ed ha istituito una nuova modalità di certificazione dell’origine delle merci che l’Unione europea ha progressivamente introdotto ai fini dei suoi regimi commerciali preferenziali.

Il sistema è stato adottato a seguito di alcune considerazioni, tra le più rilevanti
L’ampliamento del commercio internazionale come  presupposto essenziale per lo sviluppo
La difficoltà di alcuni Paesi ad integrarsi pienamente nel sistema commerciale internazionale
La certezza che un reale sviluppo sostenibile nel lungo periodo sia possibile solo se supportato da una produzione industriale diversificata.
Il Sistema REX si fonda sul principio di autocertificazione da parte degli operatori economici dei paesi che beneficiano di trattamenti tariffari preferenziali concessi dall’UE, ma anche per registrare esportatori dell’UE.
Tante le implicazioni e i dettagli del sistema REX e poiché l’adeguamento e la conoscenza degli strumenti a disposizione delle Aziende che operano con l’estero diventa sempre più parte integrante nella gestione e programmazione delle attività commerciali vi invitiamo ad informarvi e ad approfondire l’argomento con il nostro team di Consulenti doganali dello Studio Laghezza.
Studio Laghezza – Consulenza doganale – info@studiolaghezza.com

Laghezza Spa presenta la nuova Corporate Identity che interpreta evoluzione e vision dell’Azienda

By | Aggiornamenti | No Comments

Laghezza Spa presenta la nuova Corporate Identity, risultato di un progetto di re-branding in linea con il percorso di evoluzione intrapreso dall’Azienda, incentrato su un forte spirito imprenditoriale e su più ampie prospettive, senza rinunciare al proprio heritage.

La strategia di crescita, espansione e diversificazione adottata negli ultimi anni ha portato al raggiungimento di obiettivi importanti, come l’espansione territoriale della divisione Dogana, l’aumento degli spazi dedicati alla Logistica e l’incremento della sezione Trasporti su strada.

Nel 2019 a seguito della fusione tra l’Azienda Ratti-Laghezza e AL Logistics viene costituita la Laghezza Spa.

Il cambiamento di immagine interpreta questo nuovo corso, fondato sull’esperienza e proiettato verso il futuro.

 

 

I nuovi elementi grafici rappresentano da un lato la continuità, con il mantenimento del Logo storico dell’Azienda quale elemento caratterizzante di un’identità solida ed affidabile da più di cinquant’anni. Dall’altro puntano al futuro, con l’utilizzo di un carattere incisivo e lineare per il Logotipo ed un pay off che dialoga con il mercato estero.

Le cromie sono più brillanti, pur conservando gli storici colori istituzionali dell’azienda.

Il restyling interessa tutti gli elementi della comunicazione aziendale, tradizionale e digitale, in linea con le esigenze del mercato e dei clienti della Laghezza Spa, sempre più attenti ad un’informazione chiara, aggiornata e trasparente.

segui

Laghezza Spa su facebook

Laghezza Spa su Linkedin